Fine Arts Mag, Art Magazine Collettivo del Web

Andy Warhol in Mostra a Roma

Skulls Andy Warhol

Dopo il grande successo milanese Warhol approda a Roma con una grande mostra che definirei “intima”. L’artista non è semplicemente inquadrato come star del mondo dell’arte e del mercato, ma è compreso nel suo lato umano, non c’è dubbio che la sua storia personale abbia influenzato il suo percorso artistico. Fondazione Roma, Soprintendenza speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico per il Polo Museale della città di Roma, Comune di Milano e Palazzo Reale: questi sono i prestigiosi promotori della grande monografica di  Warhol che sarà ospitata fino al 28 settembre  a Palazzo Cipolla. Sono esposte oltre 150 opere, appartenenti alla collezione privata di Peter Brant, amico di Warhol, che visse assieme a lui l’America anni ’60. Potrete ammirare dai primi disegni a capolavori altrettanto sorprendenti, ma meno conosciuti, come una serie di Polaroid mai viste prima in Europa, per finire con le spettacolari Ultime Cene. “E’ un’occasione rarissima per il pubblico” dice Francesco Bonomi, curatore dell’esposizione assieme a Peter Brant.

Warhol Fondazione Roma

Le caratteristiche principali che decretarono il successo di Warhol furono rendere straordinario l’ordinario rappresentando ciò che conosceva meglio, come il cibo, i soldi, i personaggi famosi, la morte; e rendendo la sua Arte POPular, comprensibile a tutti,  attraverso serigrafie, colori, simboli e un linguaggio fumettistico. ” Non ti preoccupare, non c’è niente che riguarda l’arte che uno non possa capire”.  Warhol è principalmente un esteta, il suo desiderio è di dare bellezza e un messaggio immediato a tutto, dagli oggetti ordinari che usano le casalinghe alle lattine di zuppa che lui consumava abitualmente, ai soldi , fino ad incidenti stradali e sedie elettriche. Ma è dopo il 1968, quando sopravvisse ai colpi di pistola che Valerie Solanas gli sparò nel suo studio, che l’artista inizierà la seconda fase della sua vita: se prima di quella data, la morte per lui era qualcosa di distante, ora anch’essa diventa qualcosa di familiare e quindi potenzialmente celebre, come si può evincere da “Skulls”, dove la serie di teschi di diverso colore, rende appieno l’idea della nuova evoluzione artistica del pittore. 

warhol campbells

Per la società americana degli anni ’60, madre del “Boom economico” e regina del consumismo “democratico” in cui sia ricchi che poveri possono avere lo stesso prodotto come la Coca cola, Warhol è stato un profeta. La gente vuole scoop, scandali, cerca notorietà, e lui diviene il più bravo interprete di questo mercato, riuscendo per primo a rappresentare l’apparenza, la superficialità e l’illusione.

Biglietti:

Intero: € 15,50 + € 2.00 (audioguida inclusa)
Ridotto: € 13,50 + € 2.00  (audioguida inclusa)
65 anni compiuti (con documento); ragazzi da 11 a 18 anni non compiuti; studenti fino a 26 anni non compiuti (con documento);

Orari:

Lunedì dalle 14.00 alle 20.00
Da martedì a domenica dalle 10.00 alle 20.00
la biglietteria chiude un’ora prima della chiusura della mostra

Aperture straordinarie
20 aprile 10.00 – 20.00
21 aprile 10.00 – 20.00
25 aprile 10.00 – 20.00
1 maggio 10.00 – 20.00
2 giugno 10.00 – 20.00
29 giugno 12.00 – 20.00
15 agosto 10.00 – 20.00

Eleonora De Paolis Foglietta
Di: Eleonora De Paolis Foglietta

Art and eco are my passions. Trevigiana trasferita al sud sono d'accordo con "la bellezza salverà il mondo". Oltre al mio sito e-commerce www.blueeco.it , gestisco shop-online tra cui quello di un pittore di Matera che utilizza una tecnica unica nel suo genere shop.antoniomontanaro.com. Enjoy it!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>