Fine Arts Mag, Art Magazine Collettivo del Web

A Milano la mostra dedicata alla Terra di Mezzo: da Tolkien a Jackson

locandina630

Hanno riscontrato un immenso successo, tra i più giovani e i meno giovani, affascinano il mondo maschile come quello femminile, sono stati riprodotti dai rispettivi romanzi alla trilogia, sono stati utilizzati gli effetti più sorprendenti nel cinema, fanno parte dei film fantasy più conosciuti in tutto il mondo, dove la fantasia e l’azione non hanno limiti, nonché il significato dei valori più importanti come l’amicizia, la lealtà, la famiglia, la propria patria…

Per gli amanti del fantasy, delle fiabe e leggende nordiche, del fantastico, dell’high fantasy, del fiction, dell’avventura, dell’azione, del romantico (chi più ne ha più ne metta…), ecco una mostra dedicata al mondo della Terra di Mezzo, dove i due capolavori dello scrittore John Ronald Reuel TolkienIl Signore degli Anelli e Lo Hobbit, ne sono i protagonisti.

Il Signore degli Anelli (scritto tra il 1937 e il 1949) è più noto di Lo Hobbit, anche se ne fu concepito come il seguito (Lo Hobbit infatti venne completato e pubblicato nel 1937). Entrambi devono una parte -e direi non piccola- del loro successo ad un maestro del cinema, il regista Peter Jackson, che li ha fatti divenire i capolavori cinematografici che tutti conosciamo.

In Lo Hobbit il protagonista è uno hobbit, appunto, un personaggio pacifico e un po’ buffo (per via dei suoi grandi piedi) che si ritrova ad intraprendere un lungo viaggio, il quale rimarrà impresso nelle parole che scriverà su un libro, il quale verrà tramandato al suo nipote che lo completerà. Anche quest’ultimo farà parte di un’avventura -narrata nel Signore degli Anelli-, dove incontrerà troll, elfi, nani, maghi, alberi parlanti ed altre creature fantastiche, e riscoprirà il potere fondamentale dell’amicizia (senza il quale la missione non sarebbe stata portata a termine), e -come suo zio- capirà quanto è importante il legame con la propria terra natia.

unnamed (1)

Tutto ciò è riprodotto nella mostra intitolata “La Magia dell’Anello da Tolkien a Jackson”, presente al WOW Spazio Fumetto di Milano dal 24 gennaio al 22 marzo 2015: a partire dall’intrigante figura dell’autore dei romanzi J.R.R. Tolkien fino alle fortunate trasposizioni cinematografiche di Peter Jackson, passando dall’opera dei grandi illustratori, dalle parodie, dal collezionismo e dagli altri mille mondi che compongono questa moderna mitologia fantasy.

Un’esposizione di illustrazioni e tavole originali, fotografie, manifesti cinematografici, edizioni rare, dipinti, locandine, fotobuste, video, statue, action figures, videogames, giochi da tavolo, libri e gadget vari fanno rivivere la magia di questo mondo.

Eccovi altri tre motivi per non perderla assolutamente: nella Mostra verranno esposti dei plastici realizzati con migliaia di mattoncini LEGO -novità della Mostra-, e per la prima volta in Italia anche le tavole originali realizzate da Sua Maestà la Regina Margherita II di Danimarca nel 1977 per illustrare la prima edizione danese de Il Signore degli anelli; in più, laboratori, incontri, attività ludiche e molto altro saranno all’insegna delle giornate.

La mostra, realizzata grazie alla collaborazione della Società Tolkeniana Italiana, DAMA Collection, il Greisinger Museum (l’unico museo al mondo dedicato alla Terra di Mezzo), e Fermo Immagine – Museo del Manifesto Cinematograficosarà aperta al pubblico dal 24 gennaio al 22 marzo, da martedì a venerdì dalle 15.00 alle 19.00, sabato e domenica dalle 15.00 alle 20.00.

Il costo del biglietto è 5€ (3€ ridotto).

Insomma gente, ecco un motivo indiscutibile per cui informarsi e scoprire un genere che adorate ma anche che conoscete appena o non ne fate proprio parte, e per fare un giro in mondo dove stupore, immaginazione e fantasia sono all’ordine del giorno!

Deborah Barbazza
Di: Deborah Barbazza

Nata a Mestre nel settembre 1993, mi sono appassionata da subito al mondo del Disegno e dell’Illustrazione, interessi che ho approfondito frequentando dapprima il Liceo Artistico e, attualmente, l’Accademia di Arti Figurative e Digitali Padova Comics, con specializzazione in Illustrazione. Nonostante il diploma in Grafica Pubblicitaria, adoro il Disegno a Mano Libera e sto sviluppando un forte legame verso delle tecniche che ho conosciuto e sperimentato da poco: l’Acrilico e l’Acquerello. Ho scelto di entrare a far parte di FineArtsMag perché credo in questo progetto e penso che possa essere uno spazio importante per aiutare ad accrescere l'interesse verso lo splendido mondo dell'Arte, conosciuto sì, ma non ancora abbastanza!