Fine Arts Mag, Art Magazine Collettivo del Web

Helmut Newton a Berlino

Mostra_Newton

Berlino è la città dei giovani, delle diverse etnie, della storia, dell’arte, della cultura, e in questo non si smentisce…mai!

Tra le innumerevoli iniziative culturali che caratterizzano la capitale tedesca, è da sottolineare quella dedicata ad uno dei più grandi maestri della fotografia, una mostra che ha aperto le proprie porte al pubblico l’8 giugno di quest’anno e che è basata sulle opere del grande Helmut Newton.

Helmut Newton – pseudonimo di Helmut Neustädter -, nato il 31 Ottobre 1920 a Berlino da una coppia borghese, si interessa fin da piccolo alla fotografia. Nella sua vita professionale lavora per note riviste come Playboy, Max, Vogue, Elle, Vanity Fair e collabora con nomi dell’alta moda come Chanel, Gianni Versace, Blumarine, Dolce&Gabbana e Yves Saint Laurent. Considerato da molti come il maestro della fotografia in bianco e nero, è conosciuto come il fotografo della beautiful people di tutto il mondo. Il suo è uno stile caratterizzato dall’erotismo patinato ma velato da una sorta di ironia e humour. Muore a West Hollywood il 23 Gennaio 2004 a causa di un incidente stradale.

Se l’arte è, convenzionalmente, riconducibile a qualsiasi attività umana che porta a forme creative di espressione estetica, capaci di trasmettere sensazioni ed emozioni diverse individualmente, beh allora Helmut Newton ci è riuscito benissimo. Le sue opere, seppur discutibili da molti poiché ritenute troppo spinte, riescono comunque a trasmettere un forte impatto emotivo all’osservatore; questa carica espressiva e questa ironia sono notevolmente il frutto dello studio e dell’esperienza del fotografo.

!NEWTON-H 4365-8

Il Museo della Fotografia di Berlino, presso cui è visitabile la Mostra Fotografica dedicata al grande maestro, raccoglie numerose fotografie scattate dall’artista durante il corso della sua lunga carriera, come quelle scattate per le importanti riviste di moda, ma anche alcuni oggetti personali che ripercorrono la vita privata del fotografo. Nell’ultimo piano dell’edificio vi sono inoltre mostre dedicate ad artisti contemporanei, una ricca libreria e una caffetteria.

Il Museo della Fotografia – Museum für Fotografie in tedesco – è situato in un’ex caserma prussiana (proprio quella dalla quale Newton fu costretto a fuggire da Berlino nel 1938 in quanto ebreo), presso la Bahnhof Zoologischer Garten, la stazione ferroviaria dello Zoo di Berlino.

Ecco quindi, per chi avesse progettato una vacanza a Berlino durante il periodo estivo, e per gli amanti della fotografia, una mostra persuasiva e assolutamente ricca di contenuti artistici.

Sono stata recentemente a Berlino e per questo la consiglio caldamente!

Deborah Barbazza
Di: Deborah Barbazza

Nata a Mestre nel settembre 1993, mi sono appassionata da subito al mondo del Disegno e dell’Illustrazione, interessi che ho approfondito frequentando dapprima il Liceo Artistico e, attualmente, l’Accademia di Arti Figurative e Digitali Padova Comics, con specializzazione in Illustrazione. Nonostante il diploma in Grafica Pubblicitaria, adoro il Disegno a Mano Libera e sto sviluppando un forte legame verso delle tecniche che ho conosciuto e sperimentato da poco: l’Acrilico e l’Acquerello. Ho scelto di entrare a far parte di FineArtsMag perché credo in questo progetto e penso che possa essere uno spazio importante per aiutare ad accrescere l'interesse verso lo splendido mondo dell'Arte, conosciuto sì, ma non ancora abbastanza!