Fine Arts Mag, Art Magazine Collettivo del Web

Notturni d’Arte: alla riscoperta di Padova

Padova

Nei secoli la città di Padova si è caratterizzata come una meta irrinunciabile e di forte richiamo per le menti più brillanti provenienti da tutta Europa, ponendo le basi per un ambiente particolarmente propizio al dibattito culturale e allo sviluppo della scienza“.

A seguito di questa frase, ecco un evento che guiderà gli amanti dell’arte e della cultura di Padova, e che metterà in risalto la vita di pittori, fisici, teorici, scienziati e personaggi conosciuti in tutto il modo e che hanno influenzato la storia di questa città e i suoi monumenti.

I Notturni d’Arte dal 29 Luglio al 3 Settembre animeranno l’estate padovana con una nuova edizione che metterà in luce la città di Padova e le sue più raffinate caratteristiche. Per un totale di 26 serate, i Notturni d’Arte condurranno il pubblico alla scoperta dei numerosi personaggi illustri protagonisti della storia cittadina: dal grande rinnovatore della pittura Giotto al fondatore della scienza moderna Galileo Galilei, dalla prima donna laureata al mondo Elena Cornaro Piscopia al padovano che ha scoperto l’Egitto faraonico Giovanni Battista Belzoni, senza dimenticare Sant’Antonio, il santo più amato nel mondo. Sarà un’occasione anche per scoprire alcuni padovani meno noti al grande pubblico che hanno contribuito a diffondere la fama di Padova nel mondo, come Giovanni Antonio Rizzi Zannoni, considerato il maggiore cartografo italiano dell’età moderna ed uno dei più apprezzati in Europa.

notturni_darte_2014-personaggi_illustri_a_padova-immagine

Il ricco e curato programma includerà visite guidate, spettacoli teatrali, iniziative per bambini, concerti e addirittura un volo in mongolfiera (7 agosto) per ricordare la prima ascensione fatta in Italia, avvenuta proprio dal padovano Prato della Valle, la più grande piazza d’Europa.

Qui sotto inserisco il programma della settimana che và dal 29 Luglio al 2 Agosto, riportato dal sito http://padovacultura.padovanet.it/it/attivita-culturali/notturni-darte-2014-0

Chiesa di Sant'Antonio

MARTEDÌ 29 LUGLIO ore 21.oo (LIS)

cortile di Palazzo Moroni
Pietro d’Abano e il ciclo di affreschi a Palazzo della Ragione
Visite guidate al Palazzo della Ragione alla mostra Renzo Piano Building Workshop – Pezzo per Pezzo
Danza a Palazzo
Avvio dei Notturni d’Arte 2014 con una serata alla scoperta di Pietro d’Abano (Abano, c. 1250 – Padova, c. 1315) e del ciclo di affreschi a Palazzo della Ragione.
Acclamato docente di medicina e filosofia all’Università di Padova, dove fu chiamato dopo aver insegnato all’Università di Parigi, Pietro d’Abano fu lo scienziato più rappresentativo del tempo; fu l’ideatore del complesso piano iconografico del ciclo affrescato da Giotto a Palazzo della Ragione a partire dal 1308, distrutto dall’incendio del 1420, ma rifatto entro il 1440 da Nicolò Miretto e da Stefano da Ferrara.
A rendere ancora più piacevole la serata sarà lo spettacolo di danza a cura dell’Associazione Natura Danza Ambiente, con la regia di Roberta Riccoboni e la direzione artistica di Giuliana Martinello.
MERCOLEDÌ 30 LUGLIO ore 21.00
Basilica di Santa Giustina Prato della Valle
santa Giustina, san Prosdocimo, san Luca
Visite guidate alla Basilica di Santa Giustina
Note e colori
La seconda serata dei Notturni farà tappa alla Basilica di Santa Giustina sulle tracce del primo cristianesimo cittadino e dei suoi protagonisti santa Giustina, san Prosdocimo, san Luca.
Oltre alla visita guidata alla basilica, sarà proposto Note e colori, concerto con Glauco Bertagnin (violino) e Andrea Maini (viola) realizzato in collaborazione con l’Associazione Mozart-Italia-Padova, durante il quale saranno eseguite musiche di W.A Mozart e di B.Bruni. La scelta di Mozart non è casuale: sappiamo infatti da una lettera scritta dal del grande musicista, Leopold, a sua moglie, che Wolfang nel suo soggiorno padovano, avvenuto nel 1771, suonò “l’ottimo organo nell’incomparabile chiesa di S. Giustina”.
GIOVEDÌ 31 LUGLIO ore 21.00

Musei Civici, piazza Eremitani
Padova in età augustea: Cesare Ottaviano Augusto nel bimillenario della morte
Visite guidate alle sale dedicate a Patavium del Museo Archeologico
La serata del 31 luglio è dedicata a Cesare Ottaviano Augusto, uno dei politici più grandi di tutti i tempi, di cui ricorre il bimillenario della morte; sarà anche un’occasione per seguire lo sviluppo economico e demografico registrato in epoca augustea dalla nostra città; l’appuntamento è alle ore 21 ai Musei Civici di piazza Eremitani con la conversazione di Francesca Veronese, funzionario culturale del Museo Archeologico di Padova, cui seguirà la visita guidata alle sale romane del Museo Archeologico.
VENERDÌ 1 AGOSTO ore 21.00
Basilica di Sant’Antonio, piazza del Santo
Sant’Antonio di Padova
Visite guidate alla Basilica del Santo
Angeli e Trilli
È la Basilica di Sant’Antonio ad ospitare l’appuntamento di venerdì 1 agosto dei Notturni d’Arte, dedicato al santo portoghese deceduto nel 1231 all’Arcella e qui trasportato, secondo il suo stesso desiderio, per essere sepolto nella chiesetta di Santa Maria Mater Dominipoi inglobata nella basilica iniziata nel 1238 quale Cappella della Madonna Mora.
Oltre alla visita guidata alla basilica sarà proposto il concerto Angeli e Trilli, con Glauco Bertagnin (violino) e Andrea Maini (viola), realizzato in collaborazione con l’Associazione Mozart-Italia-Padova. Il programma del concerto prevede l’esecuzione di musiche di Giuseppe Tartini e di Michael Haydn. Tartini fu direttore del coro della cappella del Santo dal 1721 e morì a Padova nel 1770 e il suo corpo fu deposto nella Chiesa di Santa Caterina.
SABATO 2 AGOSTO ore 21.00

Chiesa di San Francesco, via San Francesco
Baldo Bonafari e Sibilia Cetto: la nascita della cittadella francescana
Visite guidate alla chiesa di San Francesco, alla Scuola della Carità e all’Oratorio di Santa
Margherita.
San Francesco nello sguardo della poesia
Lettura di poesie con accompagnamento musicale
Al centro della serata  saranno Baldo Bonafari e la moglie Sibilia Cetto, fondatori della cosiddetta cittadella francescana, complesso edilizio costruito per finalità benefiche nel corso del secondo-terzo decennio del XV secolo, delimitato dalle attuali via del Santo, via San Francesco e via Galileo.
A introdurre il pubblico al cospetto dei due coniugi, devotissimi di san Francesco, saranno una conversazione di Silvana Collodo, docente di Storia medievale dell’Università di Padova, la lettura di poesie con accompagnamento musicale San Francesco nello sguardo della poesia con Michele Silvestrin (voce recitante) e Sara Pozzato (flauto traverso); il risultato di quest’opera di grandiosa carità si potrà ammirare nelle visite guidate alla chiesa di San Francesco, alla Scuola della Carità e all’Oratorio di Santa Margherita. Un appuntamento molto significativo, questo proposto dalla manifestazione organizzata dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova, perché la città di Padova festeggia quest’anno il centenario del ritorno dei frati francescani minori nella chiesa e nel convento di San Francesco Grande, dopo che il decreto napoleonico del 1810 li aveva allontanati.
Chiesa di Sant’Antonio (PD)
Qui sotto, invece, il file pdf dell’intero programma:
http://padovacultura.padovanet.it/sites/default/files/documenti-eventi/notturni_darte_2014-depliant.pdf

INFORMAZIONI

Acquisto del biglietto “Notturni d’Arte” presso il Settore Attività Culturali in via Porciglia 35 (Tel. 049/8204501-4533), orario dal lunedì al venerdì 8.30-13.30, 14.30-16, sabato 8.30-13 (chiuso domenica e venerdì 15 agosto). Biglietto unico a € 3,00 a persona per l’accesso ad una singola serata (per la singola serata, solo se ancora disponibile, si potrà acquistare anche durante la sera stessa), tranne per le serate in cui è previsto un costo diverso. Alcuni biglietti dovranno essere acquistati presso le sedi in programma: Planetario, Cappella degli Scrovegni, Museo La Specola, Orto Botanico. Abbonamenti Biglietto € 6,00 a persona per l’accesso a 3 serate. Biglietto € 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata. Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni (tranne per i pomeriggi a loro dedicati). LIS accessibile al pubblico sordo tramite il servizio di interpretariato LIS – Lingua dei Segni Italiana.

Deborah Barbazza
Di: Deborah Barbazza

Nata a Mestre nel settembre 1993, mi sono appassionata da subito al mondo del Disegno e dell’Illustrazione, interessi che ho approfondito frequentando dapprima il Liceo Artistico e, attualmente, l’Accademia di Arti Figurative e Digitali Padova Comics, con specializzazione in Illustrazione. Nonostante il diploma in Grafica Pubblicitaria, adoro il Disegno a Mano Libera e sto sviluppando un forte legame verso delle tecniche che ho conosciuto e sperimentato da poco: l’Acrilico e l’Acquerello. Ho scelto di entrare a far parte di FineArtsMag perché credo in questo progetto e penso che possa essere uno spazio importante per aiutare ad accrescere l'interesse verso lo splendido mondo dell'Arte, conosciuto sì, ma non ancora abbastanza!